Parliamo di... Stecche da biliardo professionali in più pezzi

Indice dei contenuti

Domandone? Sono meglio le stecche da biliardo professionali con scomposizione in due pezzi, quelle in tre pezzi o altro? Analizziamo meglio l’argomento …

 

Spero in queste poche righe di riuscire a fugare i tuoi dubbi.

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • LM-Raschietto-Sandman
  • LM-Gray
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine

Stecche da biliardo professionali: il perché di più pezzi!

Mi capita ancora oggi di fare manutenzione a stecche storiche in un unico pezzo, fraschette ricche di intarsi e stupende dal punto di vista estetico. In alcuni casi sono prodotti utilizzati come abbellimento da privati che possiedono biliardi in casa; in altri casi provengono da “cantine da ripulire”; sono sempre meno ( ma ci sono ) gli appassionati ed i cultori di questi “reperti storici” che ne rimpiangono le caratteristiche tecniche principalmente  legate alla loro compattezza.

Indubbio però che, nell’immaginario collettivo, quando si pensa alle stecche da biliardo professionali, subito vengano in mente attrezzi da gioco scomposti almeno in due pezzi.

Le ragioni che portarono a questa scelta tecnica ( scomporre l’attrezzo in più pezzi ) stanno principalmente nell’esigenza “professionale” di una più semplice trasportabilità da parte di quei giocatori; questi, non disposti a condividere l’attrezzo delle sale con altri, hanno cominciato a nutrire il desiderio di avere un prodotto proprio. Diventava quindi scomodo doversi portare appresso un attrezzo da 142 cm di lunghezza.

Ben presto però si scoprì come l’iniziale scomposizione delle stecche da biliardo professionali in due pezzi apriva le porte ad una serie di nuove possibilità; tra queste la personalizzazione dell’attrezzo da gioco dal punto di vista delle sue caratteristiche tecniche.

Scomponendolo in più pezzi, infatti, se ne otteneva un differente comportamento in termini di rigidezza a seconda di come e dove si realizzava il “giunto”. E la rigidezza, come analizzato in alcuni articoli precedenti, è un fattore molto importante per un attrezzo da gioco. Ricordo che, un elemento rigido tende a deformarsi meno durante gli urti; ne deriva una trasmissione più fedele delle forze ( = si limitano le componendi di dispersione legata alla deformazione ).

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • LM-Gray
  • LM-Raschietto-Sandman
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine

Stecche da biliardo professionali in più pezzi: l’importanza della scomposizione.

A questo punto occorre dare il giusto risalto alla terminologia in maniera da comprendersi meglio quando si affronta il discorso legato alle stecche da biliardo professionali in più pezzi.

A tal proposito riporto qui di seguito alcune immagini esemplificative:

Le Stecche da biliardo professionali in più pezzi

Uno degli aspetti fondamentali quando si segmentano le stecche da biliardo è quello che in gergo sono abituato a chiamare Diametro di Scomposizione; si tratta del diametro ( esterno ) del giunto tra il Puntale ed il resto dell’attrezzo da gioco ( sia esso il manico intero o il cono ).

Lo ritengo un elemento importante per tentare di comprendere e comparare la rigidezza delle stecche da biliardo professionali in più pezzi. Rappresenta infatti la “sezione resistente” alla flessione; essa è strettamente legata alla rigidezza ( è più facile flettere un elemento con una sezione inferiore ).

Ma perché proprio la sezione del giunto tra puntale e resto della stecca? Semplicemente perché normalmente il puntale risulta la “parte più elastica/flessibile” dell’attrezzo da gioco.

Parlando di una stecca in due pezzi, ad esempio, avere una struttura con un puntale da 18 mm come diametro di scomposizione per una lunghezza di 75 cm ( dati di un tempo ), garantisce minore rigidezza rispetto ad una conformazione con diametro da 21 mm e lunghezza da 70 cm; tutto questo a parità di materiale del puntale si intende.

Ti consiglio ...
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • LM-Gray
  • LM-Raschietto-Sandman
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine

Stecche da biliardo professionali in 2 pezzi ed in 3 pezzi: le Caratteristiche.

Come quindi sottolineato nel paragrafo precedente, quando a parità di materiali e dimensioni, si segmenta in più pezzi una stecca da biliardo professionale, ciò che se ne ottiene è un aumento della rigidezza inversamente proporzionale al numero di segmenti.

In parole spicce, le stecca da biliardo professionali in due pezzi hanno una rigidezza inferiore rispetto a quelle che si scompongono in tre; una stecca in tre pezzi è meno rigida di una in quattro … e così via.

Ricordo però che questa affermazione è valida se le dimensioni ed i materiali degli attrezzi a confronto sono identici tra loro. Premessa banale ma importantissima.

Cosa intendo? intendo che una tre pezzi non è detto sia sempre ed in assoluto più rigida di una due pezzi. Alcune stecche da biliardo professionali in due pezzi se realizzate con legni duri, puntali corti ( esempio 67 cm ) e diametri di scomposizione medio alti ( ad esempio 20. mm ) potrebbero risultare più rigide rispetto ad alcune tre pezzi in cui il puntale sia ad esempio da 65 cm, con un diametro di scomposizione da 18,5 mm e con la parte intermedia ( il canotto ) realizzato con legni/materiali meno rigidi.

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • LM-Gray
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • LM-Raschietto-Sandman
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • Custodia per stecca da Biliardo

Stecche da biliardo professionali in 2 pezzi ed in 3 pezzi: quale scegliere?

A questo punto nasce spontanea ( credo ) la domanda:

“è meglio una stecca da biliardo professionale in 2 pezzi o in 3 pezzi?”

Come spesso mi accade, a domande di questo tipo ( cosa è meglio ??? ), io rispondo:

“il gioco del biliardo è un qualche cosa di estremamente soggettivo! non posso dire io cosa è meglio per il tuo tipo di gioco/livello/sbracciata ! posso dirti quali sono le differenze che puoi incontrare tra una soluzione e l’altra!”

Ti consiglio ...
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • LM-Gray
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • LM-Raschietto-Sandman
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine

La rigidezza delle Stecche da biliardo professionali in più pezzi.

Il mio consiglio è: fai sempre riferimento al fattore rigidezza. Ricordane sempre la sua influenza sulla resa di un attrezzo e fai in modo di scegliere un stecca da biliardo professionale secondo la tua esperienza di gioco.

Quindi, in soldoni:

Se sei un giocatore alle prime armi oppure un giocatore altalenante a livello di prestazioni, non andare mai troppo sul rigido. Stai su una tradizionale 2 pezzi. Se proprio vuoi provare una tre pezzi, magari rivolgiti al mercato dell’usato e/o fai in modo di valutarne bene la struttura ( materiali del manico, lunghezza puntale e sua scomposizione ) di modo da non andare a parare sui prodotti della categoria estremamente rigidi. Gioca anche sui puntali: scegli quelli di struttura più elastica.

Se sei un giocatore estremamente preciso, costante e navigato, puoi “permetterti il lusso” di guardare con meno preoccupazione al grado di rigidezza dell’attrezzo. Puoi quindi svariare a tutto campo fissando la tua attenzione anche sulle stecche da biliardo professionali in tre pezzi. Mi permetto di suggerirti un interessante prodotto: lo trovi a questa pagina. Troverai prodotti che sono stato concepiti in maniera molto accurata ed intelligente secondo criteri di scelta dei materiali, delle scomposizioni e delle dimensioni.

Per tutti: io non disdegnerei di valutare anche una soluzione che ritengo ibrida, la Compact in 4 pezzi. E quando parlo di ibrida, intendo una soluzione capace di combinare i vantaggi dei tradizionali 2 pezzi con quelli del 3. Ho dedicato un articolo specifico sul perché di questo prodotto e sui suoi vantaggi. Se ti interessa aver una buona infarinatura ti consiglio di dare uno sguardo  a questa pagina realizzata dall’azienda che per prima ha lanciato questo prodotto. Trovi tutte le informazioni a questo link  con la possibilità anche di acquistarne una in offerta con una ottima scontistica.

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • LM-Raschietto-Sandman
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • LM-Gray
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Custodia per stecca da Biliardo

Stecche da biliardo professionali in 2 pezzi ed in 3 pezzi: Conclusioni.

Che tu abbia scelto di acquistare stecche da biliardo professionali in 2 o più pezzi, il consiglio che posso darti è quello di domandare sempre alle aziende madri circa le caratteristiche dei loro attrezzi. Domandare ti consentirà di valutare il grado di preparazione di chi ti sta vendendo un prodotto oltre che di fugarti da ogni dubbio.

Se per non correre rischi, desideri ridurre l’investimento in termini economici, ti consiglio:

  • Dai uno sguardo a questo mio articolo su come scegliere un Usato.
  • Se sei interessato all’usato, ed hai già letto il mio articolo, visita sempre questa pagina con ottime offerte in termini di qualità e prezzo.
  • Se ti piace poco andare sull’usato ma non intendi spendere grossi capitali, visita questa pagina dedicata ad interessanti offerte su stecche nuove ma di fine serie.

Bene … credo proprio di averti detto buona parte di ciò che mi passava per la mente in merito al discorso del perché si sia sentita la necessità di stecche da biliardo professionali in più pezzi. Come anticipato nelle righe precedenti, ho intenzione di dedicare un articolo specifico sulle stecche da biliardo in 3 Pezzi ed in 4 Pezzi. Il consiglio quindi è quello di seguirmi.

Se hai dubbi o desideri chiarimenti utilizza lo spazio commenti che trovi qui di seguito.

Mi farebbe assai piacere se tu potessi condividere questo articolo con i tuoi amici attraverso i “bottoni sociali” che trovi quindi seguito … sai, più condividi, più avrò stimoli a proseguire in questo mio lavoro di “discussione degli argomenti biliardistici” .

Se non vuoi perderti le “prossime pubblicazioni”, iscriviti alla newsletter: verrai informato a mezzo email solo quando saranno messi on line altri articoli.

Grazie e  … a presto.


ARTICOLI CORRELATI. Per ulteriori approfondimenti, prova a leggere i seguenti articoli:


Ti consiglio ...
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • LM-Gray
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • LM-Raschietto-Sandman

16 risposte

  1. Sono d’accordo con le tue argomentazioni; mi piacerebbe che tu affrontassi il problema dei pesi nella stecca, ad esempio personalmente dopo molteplici tentativi di diverso genere:pesi piu’ avanti, piu’ indietro,al centro, attualmente sto giocando senza pesi e sto avendo una buona risposta dall’attrezzo di gioco, non scarto, non sbando, l’effetto e’ quello impresso.
    tu cosa ne pensi?

    1. Buongiorno,
      in uno tra i primi articoli di questo blog ho affrontato l’argomento legato al peso di un attrezzo. Per gli interessati, l’invito è quello di ricercarlo e leggerlo.
      Tengo a precisare che la personalizzazione della propria attrezzatura a livello di calibrazioni è un argomento assai delicato ed oltremodo soggettivo. Spero che l’articolo suggerito possa dare un aiuto a rispondere alle tue domande in attesa che l’argomento venga ulteriormente approfondito. Grazie mille per il tuo intervento e buon proseguimento.

  2. Per chi come me ama il gioco del biliardo inteso come motivo di ricerca di conoscenza, l’iniziativa di pubblicare vari argomenti non può che essere apprezzata, facendo capire a chi vuole capire che il biliardo non è solo un mezzo per fare soldi. Salutoni

    1. La ringrazio.
      Spero che gli articoli che scrivo a tempo perso abbiano funzione di aiuto per tutti quegli appassionati di biliardo che nutrono dubbi e che non riescono a trovare le risposte alle proprie domande in rete.
      Naturalmente, perché questi progetti senza fini di lucro abbiano un seguito nel tempo, è assai importante la diffusione: ecco la ragione per la quale chiedo sempre la cortesia a fine articolo di condividere questi argomenti sui Social più famosi ( Facebook, GooglePlus ecc. ). Solo in questo modo, chi scrive ha il vero polso dell’interesse che gli argomenti hanno sul pubblico e può continuare nel suo progetto con il giusto entusiasmo.
      Grazie ancora e … buon proseguimento.

  3. Non so se quanto sto per scrivere rientra nel merito dell’argomento, ma qualora non fosse appropriato lo si cancelli liberamente. E veniamo alla domanda. Possiedo una LM 3 pezzi , forse prototipo fatto per chi me la vendette e cioè Riondino, con la quale gioco regolarmente. In seguito comprai due puntalini dal rappresentante della LM a due pezzi. Quindi alla fine la mia stecca può divenire una 4 pezzi. La domanda è: quale differenza vi è tra giocare con una 3 pezzi ed una 4 pezzi (con puntalino a 2 pezzi)? Quali sono le differenze sul gioco reale? Grazie per eventuali chiarimenti. Vito Leo

    1. Buongiorno e grazie dell’intervento.
      Le differenze sostanziali quando si scopone un attrezzo in più pezzi riguardano principalmente il fattore di rigidezza: essa aumenta con l’aumentare del numero di elementi in cui l’attrezzo viene scomposto. Di conseguenza, se lei sul suo attrezzo monta il puntale in un solo pezzo, avrà un attrezzo meno rigido che se monta un puntale scomposto in due pezzi ( naturalmente a parità di dimensioni e materiali del puntale stesso ). La rigidezza, rende la stecca più precisa in termini di trasmissione dei colpi e degli effetti; il “contro” è che l’attrezzo perdona meno gli errori. Ad ogni modo, è in previsione un articolo per le prossime settimane, nel quale affronto la questione della stecca in 4 Pezzi elencandone vantaggi e svantaggi.
      Al momento spero di essere stato d’aiuto.
      Buon proseguimento.

  4. Si i pesi credo intendesse come ti avevo chiesto io in uno dei tuoi primi articoli, ovvero i pesi dell’asta interna cosa comportano se divisi in due o piu’ blocchi, se in un blocco, piu’ avanti o indietro ecc ecc….aspettiamo un tuo articolo dedicato a questo vasto campo 😉 Grazie intanto per tutto!!

    1. Grazie per l’intervento.
      Non ho dimenticato le richieste pervenutemi. Il mio problema è solo la gestione di una scaletta adeguata. Tutti gli articoli fin qui pubblicati fanno parte di una sequenza programmata anche in base alle tante domande che ho ricevuto nel corso degli anni. Cercherò quanto prima di organizzare anche un articolo che possa dare ulteriori risposte sul tema indicato. Come precisato anche all’interno del Blog, questa è una iniziativa che porto avanti nei “ritagli di tempo” al di fuori dell’attività produttiva dell’azienda. Spero quindi abbiate sufficiente pazienza per seguirmi.
      Grazie e … buon proseguimento.

  5. Sisi non preoccuparti figurati!! Anzi ancora grazie per la pazienza e tutto quello che ci stai illustrando e spiegando in maniera chiara e professionale, complimenti!! 😉

  6. Perché parlate solo di stecche a 2 o 3 pezzi? Io posseggo una lm drago 4 pezzi e la ritengo favolosa, ho avuto decine di stecche in tutte le fibre e di tutti i pesi, ma francamente mai avuto un gioiello come la drago perfetta precisa zero sbandamenti da ciò che chiedo e oltre, mi permette agevolmente di giocare con 550 grammi e se potessi alleggerirei ancora ma purtroppo sono al limite.
    Se volete veramente avere il massimo davvero da una stecca dovete togliere tutta quella ferraglia che sta dentro, via tutto il bilanciere messo li in più per rovinare la stecca, provate togliete tutto e provate la corsa della pallina e data dalla velocita del colpo non dal peso… Lasciare stare le favole del peso che deve avere minimo 650 grammi ecc e le favole del peso che usano i pro.
    Gioco a biliardo da 35 anni e credetemi so ciò che dico….
    Marco

    1. Nell’articolo la 4 Pezzi è citata giusto in fondo. L’intenzione primaria era infatti quella di spiegare quale effetto ha la scomposizione della stecca in più pezzi. Come scritto nell’articolo verrà destinato un post appositamente sulla Compact. La invito quindi ad attendere ed a seguire il Blog di modo da non perderselo.
      Per quel che concerne il discorso legato ai pesi, ho spiegato altrove che la calibratura dell’attrezzo dipende da molti fattori non ultimo la tipologia di gioco di colui che lo utilizza. Lei ha trovato certamente una soluzione congeniale alle sue caratteristiche; ciò non significa che altri appassionati riuscirebbero ad adattarsi a quanto da lei scritto.
      La ringrazio per essere intervenuto.
      Saluti.

  7. Ciao Davide,
    leggendo con attenzione il tuo pezzo ho potuto constatare, laddove parli del diametro del “giunto”, una mancata ed importante precisazione che riguarda – in questo caso non mi è possibile di parlare di diametro in quanto trattasi di un solido di forma conica, anzi per la precisione si dovrebbe parlare di tronco di cono – diciamo la “corposità” del (tronco di) cono di una stecca. Diremo che un (tronco di) cono è più corposo di un altro se ha le circonferenze delle basi maggiore e minore superiori in misura. Ebbene la misura del diametro del giunto o dell’attaccatura (come la vogliamo chiamare) dipende molto dalla corposità (appunto) del (tronco di) cono, non tanto dalla lunghezza del puntale. Anzi, a parità di corposità del (tronco di) cono, un puntale più lungo avrebbe (di logica) un diametro del giunto superiore a quello di un puntale più corto; si tratta di geometria spicciola per solidi.
    Gli esempi ce l’ho in casa. Posseggo nella mia personale stecchiera (tra l’altro posseggo un biliardo internazionale montato in casa), tra le altre, due stecche della LM (azienda che stimo molto per la qualità dei suoi prodotti): una mod. “Pao” ed una “Arturo Albrito” d’antan. Ti dico subito che io, nonostante le molte altre che giacciono in stecchiera, continuo a giocare con la “Albrito”, stecca della quale mi invaghii fin dalla sua uscita sul mercato. Ebbene, pur essendo entrambe 142 cm (con stecche di lunghezza inferiore avrei difficoltà visto che sono alto 183 cm), il puntale della Pao misura 73 cm contro i 70 della Albrito; in netta contraddizione con quanto tu scrivi alla fine del secondo paragrafo dell’articolo. E questo perché? semplice, il (tronco di) cono della Albrito è decisamente più “corposo” di quello della Pao. Manco a dire che la prima è nettamente più rigida della seconda. che me la fa preferire, appunto.
    Saluti,
    Rino

    1. Buongiorno.
      Nel paragrafo cui si fa riferimento ho posto l’accento sul diametro di scomposizione come parametro importante per la determinazione della rigidezza di un attrezzo suddiviso in più pezzi. A fine dello stesso paragrafo, in un esempio specifico ho menzionato il fattore diametro unitamente alla componente lunghezza del puntale, proprio in ragione del fatto che entrambi sono fondamentali per la determinazione della rigidezza della stecca. Nei paragrafi successivi ho poi anche precisato che tutte le valutazioni fatte partendo dal diametro di scomposizione hanno senso logico se fatte a parità di altri fattori ( quali le lunghezze oltre che i materiali impiegati ). Ovvero a parità di lunghezze e materiali, un diametro di scomposizione maggiore rende il puntale “più tozzo” e quindi più resistente alla flessione.
      Ha fatto comunque bene a puntualizzare anche lei questo fattore; in questa maniera mi è stato possibile porre ulteriore accento su quanto avevo scritto.
      Grazie mille per il suo intervento e … buon proseguimento.

  8. ciao davide ti volevo chiedere un paio di cose riguardo alla rigidezza delle stecche una 2 pezzi offre più vantaggi o svantaggi rispetto ad una 3 pezzi non è meglio per un giocatore rispetto ad una 2 pezzi che cerca una stecca pesante e precisa ?

    1. Buongiorno.
      Ho affrontato il discorso relativo alla scomposizione della stecca in più pezzi in alcuni articoli precedenti.
      Per approfondire questi concetti la rimando quindi a quelle pagine: le basta inserire ” stecche in 3 pezzi ” nel campo di ricerca che trova nella parte alta a dx di ogni articolo ( da computer ). Dovrebbero comparirle una serie di articoli dedicati all’argomento.
      In breve, la logica vorrebbe che una stecca in più pezzi risulti strutturalmente più rigida e pensate rispetto ad una semplice 2 pezzi. In realtà tutto dipende da come le stecche vengono concepite in termini dimensionali ( diametri di scomposizione ecc. ) ed in termini di materiali utilizzati.
      Il discorso è assai complesso; le consiglio quindi di dare uno sguardo alle paginette di cui le ho fatto cenno sopra.
      Un saluto e .. alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri altri articoli della stessa categoria

Classifica