La Prova del Biliardo secondo … Riccardo Barbini.

Spesso ricevo domande da clienti o lettori riguardanti argomenti più tecnici anche legati al gioco. Ho dunque deciso di realizzare una sorta di rubrica dedicata ad aspetti interessanti come ad esempio la Prova del Biliardo ecc. Se sei interessato  …

… ti invito a leggere questa breve paginetta realizzata grazie all’aiuto di un giocatore di biliardo della categoria Nazionali. Scopri nei prossimi paragrafi l’argomento di oggi, chi e cosa ha da dirci 😉 …

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Cuoietto mod. Talisman WB
  • LM-Gray
  • Cuoietto mod. Le Professional
  • Cuoietto mod. Triangle

 

Le difficoltà insite nel gioco del biliardo.

Uno degli argomenti pratici su cui ricevo spesso domande è proprio quello della prova del biliardo, ossia quel breve momento concesso ai due contendenti per comprendere quanto meglio possibile le caratteristiche del “campo di gioco” su cui si andrà a battagliare. Sappiamo benissimo quanto sia largamente diffuso il malcostume di trovare scusanti esterne alle proprie sconfitte; tra le più gettonate, le colpe di una eliminazione spesso ricadono sulla stecca da biliardo seguita a ruota dal tavolo da gioco.

Per quel che attiene la caratteristiche legate agli attrezzi ed alla loro scelta e calibrazione, ho dedicato un’apposita sezione del Blog con molti articoli. Se sei interessato ti invito a consultarla.

In merito al discorso tavolo da gioco, ho solo iniziato l’analisi delle sue caratteristiche qualche settimana fa. E’ mia intenzione curare anche questo aspetto in maniera quanto più professionale possibile e quindi sto cercando di farmi coadiuvare da persone tecnicamente preparate sull’argomento ( biliardieri, montatori, manutentori ). In attesa dell’uscita di altri articoli incentrati su materiali e le loro rese, oggi voglio concentrarmi su qualcosa di più pratico come la prova del biliardo. E lo farò riportandovi nei paragrafi seguenti le risposte che Riccardo Barbini ha gentilmente dato a molte delle domande che ho fin qui raccolto.

Se sei tra i pochi che ancora non sanno chi sia Riccardo, il mio invito è quello di analizzare il suo percorso stagionale e di leggere la breve intervista scritta che mi ha concesso in tempi non sospetti; la trovi all’interno del blog a questa pagina.

Bando alle ciance e … partiamo!

Ti consiglio ...
  • Scatola gessi gioco del biliardo
  • Porta gesso magnetico per biliardo
  • Porta gessi magnetico acciaio per biliardo
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Porta gessi per biliardo

 

Esistono schemi particolari da seguire per una corretta prova biliardo?

La primissima domanda e la più gettonata tra le richieste di clienti e lettori del blog è se esista uno schema precostituito da seguire durante i 5 minuti concessi al giocatore per la prova del biliardo.

Il nostro Riccardo Barbini risponde:

” Personalmente non credo esistano degli schemi pre-impostati; è il giocatore stesso che si crea una serie di tiri prova in base a ciò che ritiene più opportuno testare in un biliardo.
Generalmente si evitano i tiri difficili in quanto sappiamo oramai tutti quanto ciò che conta è eseguire bene il facile e/o quello che più spesso capita. Far punti o limitare i danni in queste circostanze è fondamentale nell’economia di una partita.”

Ti consiglio ...
  • LM-Gray
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Cuoietto mod. Triangle
  • Cuoietto mod. Le Professional
  • Cuoietto mod. Talisman WB

 

Come gestire il tempo nella Prova del Biliardo?

Avendo a disposizione così poco tempo per testare un tavolo da gioco è certamente fondamentale la sua gestione. Nello specifico Riccardo Barbini sostiene:

“Per me, la prima parte è quella più teorica legata alla verifica delle geometrie dei tiri. Solitamente dedico 2/3 minuti alla sponda; per cui i classici tiri da provare sono striscio, bricolla, garuffa, 3 e 5 sponde, l’angolo di battuta e veloce di volo, la sponda al volo dalla lunga, lo sponda-bilia, il gancio e la parabola.
Alcuni di questi sarebbe opportuno provarli da tutti e due i lati in quanto è usuale trovare sponde lunghe che rispondono diversamente.
L’abilità che consiglio di sviluppare a ciascun giocatore è anzitutto quella ridurre il più possibile lo spreco dei secondi, creando uno schema di tiri nel quale ad ogni esecuzione che si effettua il fine corsa delle bilie divenga l’inizio del tiro successivo.
In questo credo che la più bella e affascinante prova biliardo mai vista sia quella di Massimo Caria; è come se fosse una danza con bilie sempre in movimento che non rimpallano mai … davvero incantevole!
Un altro consiglio che mi sento di dare è quello di studiare bene le geometrie che stanno dietro ad ogni singolo tiro; nel farlo si scopriranno i particolari legami che un tiro può avere con un altro, facilitando così la lettura delle risposte delle sponde. Esempi classici sono il rapporto tra striscio e garuffa oppure tra angolo di battuta e giro. La risposta del primo tiro darà già un’indicazione su quella che sarà la risposta del successivo. E questo ci fornisce certamente un aiuto per ottimizzare i tempi oltre che ad apportare correttivi durante il gioco nel caso in cui il biliardo muti le sue condizioni durante l’incontro.”

Ti consiglio ...
  • Porta gessi per biliardo
  • Porta gesso magnetico per biliardo
  • Scatola gessi gioco del biliardo
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Porta gessi magnetico acciaio per biliardo
  • Lm-Guanto_Buffalo

 

Come cambia il biliardo?

E’ dunque Riccardo stesso a portarci verso la domanda successiva riguardante la variazione delle risposte del tavolo da gioco. Come cambia, quali fattori incidono, sarebbe possibile evitarlo? A queste domande semplicemente risponde:

“Purtroppo statisticamente il biliardo quando cambia le sue caratteristiche, le cambia in peggio! Ad influire su questi cambiamenti sono risaputamente fattori quali orario e la conseguente umidità legata anche all’affluenza degli spettatori; senza poi contare il gesso ed eventualmente il talco o altre impurità che modificano la scorrevolezza delle bilie e le risposte delle sponde. Basterebbe quindi una periodica e delicata pulizia magari tra un set e l’altro o durante le pause richieste dai giocatori per limitare alcuni fattori che incidono sul cambiamento delle condizioni del biliardo; capisco però perfettamente che nelle competizioni non ci sono i tempi tecnici soprattutto per le gare trasmesse in diretta televisiva.”

Ma cambia così tanto lo stesso biliardo durante una giornata oppure la prova del biliardo fatta in precedenza ci può essere d’aiuto anche per le partite successive? A tal proposito Riccardo porta la fresca esperienza relativa alla tappa appena conclusasi a Cerreto:

” Nell’ ultima tappa del campionato italiano, ad esempio, ho trovato una bella differenza tra le risposte del tavolo durante la semifinale disputatasi alle 10 di mattina e quelle della finale giocatasi alle 16:30; si parla di variazioni nell’ordine dei -2 punti sulle Garuffe rispetto al mattino e corse decisamente più lente quantificabili nell’ordine dei 20 cm.
Altra caratteristica che si potrebbe riscontrare è la risposta delle sponde corte che tendono a far saltare le bilie nei tiri frontali anche per steccate non eccessivamente rigide.”

Ti consiglio ...
  • Stecca LM di Barbini Riccardo
  • Stecca LM di Andrea Paoloni
  • Stecca LM di Michelangelo Aniello
  • Stecca LM Allungabile
  • Stecca LM di Giovanni Triunfo

 

Come far fronte alla mutevolezza del biliardo?

Arrivati a questo punto, data per scontata la variazione delle caratteristiche del tavolo da gioco, la domanda successiva riguarda il come decifrare la prova del biliardo alla luce dei cambiamenti che esso avrà durante il gioco. A questa problematica il nostro Riccardo Barbini risponde:

“Tutto passerà nelle mani dell’abilità del giocatore che dovrà trovare nel minor tempo possibile le compensazioni ideali sia a livello geometrico nei conteggi che sul piano fisico nelle steccate; occorrerebbe che le scelte di tiro rimanessero fedeli al proprio sviluppo di gioco, a meno che le condizioni del tavolo non siano peggiorate gravemente.
Fortunatamente capita raramente di dover cambiare scelta di tiro solo per le sgradevoli risposte del biliardo.

Ma ci si può allenare al mutamento delle condizioni del tavolo da gioco? Riccardo ci dice:

Un consiglio che mi sento di poter offrire ai nostri cari lettori è quello di cercare di cambiare biliardo tutti i giorni.
Non fossilizzatevi sul solito biliardo del proprio CSB perchè in esso avete certezze ma variate, girateli tutti; testate panni nuovi, battuti, diversi; insomma cercate ogni giorno di giocare su un biliardo diverso dal giorno precedente per assimilare ed allenare lo spirito di adattamento. “

Insomma tutto questo è di supporto a quello che è stato il mio personalissimo parere ossi che il concentrarsi sulla teoria legata ai sistemi di gioco è certamente fondamentale ma non sufficiente. Quegli aspetti rientrano nelle basi su cui poi il giocatore deve costruirsi allenando anche gli altri aspetti che spesso fanno la differenza nell’economia di una partita. Mi riferisco ad aspetti di tenuta mentale, di strategia di gioco e di allenamento delle proprie capacità di essere camaleontico laddove il gioco tenda a svilupparsi in maniera imprevista.

Ti consiglio ...
  • Cera per stecca da biliardo
  • Tubolare in silicone per stecca biliardo
  • Copri Cuoio stecche da biliardo
  • Dosatore talco per stecca da biliardo
  • Coprifiletti per stecche da biliardo
  • Panno Microfibra per stecca da biliardo
  • Pesi per Stecca da Biliardo
  • Prolunghe per stecche da biliardo

 

Allora … cosa ne pensi?

Spero di aver fatto cosa gradita nel pensare di aggiungere quella che spero possa diventare una vera e propria rubrica di carattere pratico. Se hai domande più specifiche su questo argomento oppure desideri che siano affrontati altri argomenti simili, non esitare ad indicarlo nello spazio dei commenti che trovi poco più sotto. Oppure si ti vergogni a rendere pubbliche le tue incertezze, puoi sempre contattarmi via email attraverso la pagina del blog appositamente creata per comunicare privatamente con me. Sarò contento di concentrare la mia attenzione anche su questo genere di questioni.

Adesso devo proprio tornare al mio lavoro, non prima di aver nuovamente ringraziato pubblicamente il carissimo Riccardo Barbini per la sua disponibilità e per tutte le considerazioni sopra indicate dalle quali c’è sicuramente solo da imparare.

Prima di lasciare le pagine di questo blog, ti chiedo la cortesia di condividere questo articolo sui tuoi profili social preferiti. Darai una mano ai tuoi amici appassionati di biliardo ad approfondire alcuni spinosi argomenti e premierai l’impegno che io ed ancora di più Riccardo Barbini abbiamo messo nella stesura di questi concetti.

Un saluto e … alla prossima. 😉

Ti consiglio ...
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Custodia Morbida per stecca da Biliardo
  • Custodia da Biliardo morbida mod. Retrò
  • Custodia per stecca da Biliardo

 


Il Biliardo è la tua Passione?

Se la risposta alla domanda del titolo di questo paragrafo è si allora ti consiglio di seguire le mie indicazioni qui di seguito riportate.

1- Segui il mio canale Telegram associato al Blog. Se non hai idea di cosa sia un canale telegram ti invito a leggere questo brevissimo articolo riassuntivo. Se invece sei già a conoscenza delle infinite potenzialità di questo servizio di messaggistica divenuto famoso per la sua politica sulla privacy molto stringente, allora pigia sull’immagine sottostante e prova questo servizio gratuito …

Ti consiglio ...
Biliardo blog e telegram

2- Scarica “A Tutto Biliardo”. Di cosa si tratta? E’ un’applicazione gratuita dedicata a tutti gli amanti della nostra disciplina. E’ ricca di sezioni con le informazioni necessarie a coltivare la nostra passione, tutte in un unico luogo senza dover saltellare da un sito ad un altro. Quindi pigia sull’immagine qui di seguito, accedi al loro sito ufficiale e scaricala quanto prima …

Ti consiglio ...
A Tutto Biliardo: l'App sul biliardo