L’attacco del puntale della Stecca da Biliardo

Ache tu avrai visto che in circolazione ci sono attrezzi con differenti tipologie di attacco del puntale della stecca da biliardo. E forse ti sarai domandato il perché!

 

Io personalmente ricevo parecchie domande in merito e quindi ho deciso di scrivere questa poche righe per dare un paio di informazioni in merito alla questione.

Attacco del puntale della stecca: Maschio o femmina?

La totalità delle stecche da biliardo sono caratterizzate da un attacco del puntale maschio o femmina. Queste naturalmente sono le due uniche soluzioni tecniche disponibili per realizzare l’accoppiamento tra i due elementi principali dell’attrezzo da gioco ( manico e punta ) 😀 .

Lasciando stare inutili ragionamenti legati al tipo di filettatura impiegata, in molti mi hanno sempre domandato quali siano le differenze tra l’una e l’altra soluzione; ed in aggiunta, in molti chiedono quali possano essere ( se ne esistono ) differenze di carattere tecnico.

Se consideriamo i due elementi della stecca disgiunti tra loro ( manico e puntale ), certamente le differenze esistono. Ad esempio, un puntale che abbia una “filettatura maschio”, a parità di altri elementi dimensionali e di materiali con i quali è stato realizzato, avrà una bilanciatura certamente collocata maggiormente nella parte posteriore. Anche il suo peso strutturale risulterà differente.

Un ragionamento del tutto analogo vale anche per il manico dell’attrezzo.

Il fatto però, è che l’attrezzo da gioco va valutato nella sua interezza, ovvero da montato 😀 ! Quando la stecca è montata, il semplice rovesciare il “pacchetto dell’innesto“, solitamente non produce sensibili variazioni ( almeno per buona parte dei giocatori ). Ciò significa che “mettere il maschio sul manico o sul puntale” produce poche variazioni.

Attacco del Puntale della Stecca: in quale materiale?

Differente invece è il discorso legato al materiale con il quale si realizza l’attacco del puntale della stecca da biliardo. Anche in questo caso le soluzioni presenti sul mercato sono di carattere molteplice: alluminio, acciaio inox, ottone ecc.

Ma a differenza del punto precedente, in questo caso le differenze ( nell’impiego di un dato materiale ) sono sostanziali eccome 😀 !!!

Ogni materiale, infatti, ha determinate specifiche che naturalmente si traducono in caratteristiche dell’attrezzo. Ciò che ti verrà immediatamente in mente sono le variazioni sia in termini di peso strutturale che la conseguente bilanciatura.

La scelta del materiale da utilizzare, diventa dunque la giusta conseguenza di quel che vogliamo ottenere dalla nostra attrezzatura da gioco.

Ma, andiamo avanti …

Attacco del Puntale della Stecca: perché queste differenti soluzioni?

Letto quanto sopra verrà certamente da domandarsi la ragione di tutte queste tipologie di combinazioni di attacco del puntale della stecca da biliardo. E, successivamente, ci si chiederà quale sia la soluzione tecnicamente migliore.

Risposte:

  • Perché tante tipologie? Sono scelte delle case costruttrici spesso legate ad aspetti riguardanti la diversificazione da altre aziende ed alla impossibilità di replicare i prodotti in maniera artigianale. Molto raramente mi è capitato di sentire che la scelta sul posizionamento “maschio-femmina” o sul materiale dipendessero da scelte progettuali fatte nella direzione di aumentare le prestazioni degli attrezzi. Personalmente ritengo che esista una corrispondenza diretta tra la soluzione adottata e la resa di un attrezzo. Una volta che l’azienda abbia fatto una scelta in tal senso, dovrà occuparsi di costruire tutto intorno il prodotto in maniera da soddisfare alcuni requisiti ritenuti fondamentali dalla stessa.
  • Quale soluzione è la migliore? Non esiste una risposta in assoluto visto che la qualità di un prodotto non dipende in maniera univoca dalla scelta di come fare l’attacco del puntale della stecca. Questa è una componente che determina solo alcune delle caratteristiche tecniche. Fatta questa scelta ( da parte dell’azienda ), ciò che importa è che il resto della struttura “si sposi bene”; tutto questo al fine di ottenere determinate risposte all’atto del gioco.

Mi rendo conto che in questi termini le risposte siano molto vaghe. Quello che però mi interessava trasmetterti è che la tua scelta non debba passare per la valutazione della tipologia di attacco del puntale . La scelta dipende semmai dall’insieme.

Attraverso questo articolo volevo quindi toglierti il dubbio che questo elemento fosse l’unico fondamentale per una corretta scelta di acquisto.

Attacco del Puntale della Stecca: in conclusione.

Anche per oggi è finito il tempo che potevo dedicare al Blog. Spero che l’argomento ti abbia permesso di aggiungere qualcosa al tuo bagaglio da appassionato del gioco di biliardo.

Ora, a te la parola: utilizza lo spazio dei commenti per domande riguardanti dubbi o perplessità. Oppure puoi esprimere il tuo parere.

Ti sarò enormemente grato se vorrai condividere questo articolo sui social ( FacebookGoolge+Twitter ecc. ).

Un saluto io torno al mio lavoro.


NOTA: Se ti interessa approfondire il discorso sui puntali, qui di seguito ti inserisco alcuni link relativi ad articoli che ho trattato sull’argomento. Pigiandoci sopra verrai, rimandato alla pagina con le informazioni dettagliate … buona lettura!


[template id=”163″ Spazio]