Parliamo di... Come Bilanciare una Stecca da Biliardo

Indice dei contenuti

Per lavoro mi capita spessissimo di sentirmi chiedere come Bilanciare una Stecca da Biliardo in maniera adeguata.

 

In un articolo precedente ho fornito le indicazioni di massima per comprendere com’è bilanciata la tua stecca da biliardo a partire dalla determinazione del suo baricentro. Ora non resta che definire come nella pratica tutto ciò influisca e se esista quindi una corretta bilanciatura per la tua stecca da biliardo.

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • LM-Gray
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • LM-Raschietto-Sandman
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • Lm-Guanto_Buffalo

Come Bilanciare una Stecca da Biliardo correttamente: importante premessa.

Per comprendere come bilanciare una stecca da biliardo al meglio, occorre capire come la bilanciatura influisca sul comportamento che il nostro attrezzo ha all’impatto con la bilia.

Sento spesso parlare di equilibratura dell’attrezzo correlata con la sua spinta; il grosso problema nasce quando chiedo di darmi una definizione di “spinta di un attrezzo”.

Si perché potrei anche dirti che in linea di massima le cose stanno così ( a parità di peso, il bilanciamento e senso di spinta sono collegabili ), ma devi anche sapere di cosa stai parlando onde evitare di crearti confusione; occorre parlare la stessa lingua ed intendersi quando si utilizzano alcuni tipi di terminologie.

Mi spiego meglio: se io ti dicessi che un attrezzo bilanciato in avanti ( ad esempio con il baricentro a 43 cm dal fondo della stecca ) ha un maggior senso di spinta, tu cosa saresti portato a fare? Magari, assoceresti alla parola spinta un’accezione positiva; insomma, ti darebbe l’idea di essere in ogni caso un attributo vantaggioso; saresti quindi portato a spostare tutto il peso della tua stecca in avanti. Quello che probabilmente noteresti come conseguenza è un peggioramento del tuo gioco anche dal punto di vista della gestione delle corse delle bilie ( soprattutto della battente ) e forse anche meno controllo sulle possibili sbandate nei tiri ad elevata intensità ( parlo di sbandata di braccio ).

Perché?

Per spiegarla in termini spicci, potrei buttarti lì questo parallelismo: la spinta per una stecca è equivalente ai cavalli del motore di una macchina/moto; sono certamente necessari ma … vanno saputi gestire! Il bilanciare una stecca comporta il trovare il giusto “senso di spinta” ( la giusta regolazione della spinta ).

Quindi occhio! Non sempre un attributo all’apparenza positivo può rivelarsi in assoluto la scelta corretta, sopratutto se non ne hai la giusta cognizione!

In definitiva, bilanciare un attrezzo più avanti o più indietro influisce certamente  sul “senso di spinta” dell’attrezzo; ciò non significa necessariamente che la maggior spinta sia la soluzione più funzionale al tuo gioco. E certamente non lo è se non hai chiare le conseguenze che questo fattore determina.

Vedrò di analizzare in maniera più approfondita il delicato concetto di “Spinta” in uno dei prossimi articoli. Per il momento ti basti sapere che quando ti domandi “come bilanciare una stecca da biliardo” devi essere in grado di capire come e quanta spinta sei in grado di gestire .

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • LM-Gray
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • LM-Raschietto-Sandman
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1

Come bilanciare una stecca da biliardo: Esiste una maniera corretta?

Alla luce di quanto sopra detto, credo che si possa affrontare il discorso su come bilanciare una stecca da biliardo allo stesso modo in cui è stato affrontato il discorso sul corretto peso ( argomento trattato in un articolo precedente ).

In buona sostanza non esiste una formula che ci permetta di “togliere le castagne dal fuoco “ e di impostare il nostro attrezzo in maniera univocamente funzionale. Sarebbe bello 😀 .

Quindi?

Quindi, a parer mio due sono i fattori determinanti sulla scelta di come calibrare il proprio attrezzo in termini di bilanciatura:

  • il proprio tipo di sbracciata;
  • la comodità;

Analizziamoli meglio.

 

Come bilanciare una stecca da biliardo: la Sbracciata.

Per quanto riguarda questo primo elemento, ho spiegato in un articolo precedente come esso caratterizzi molto la tipologia di colpo impartito alla bilia.

Ricordi la formula delle Forze ( F= ma )?

Bene, data per certa la massa dell’attrezzo da gioco, la tua tipologia di sbracciata naturale interviene in maniera determinante sul colpo ( F ) mediante il fattore a= accelerazione . Ciò significa che a seconda della tua sbracciata otterrai una data Forza. Se il baricentro/bilanciamento della tua stecca è avanti ( = maggiore senso di spinta ) e la tua sbracciata non è fluida e morbida ( al punto da saperla gestire ), tutti i tuoi errori in fase di tiro verranno accentuati e farai enormemente più fatica a controllare le corse delle bilie come da tue intenzioni.

Ti consiglio ...
  • LM-Gray
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • LM-Raschietto-Sandman

Come bilanciare una stecca da biliardo: la Comodità.

Per la verità non sapevo bene come esprimere questo concetto e sono andato molto sul terra terra 😀 😀 😀 . Ciò che io intendo è che alla base di tutte le corrette esecuzioni biliardistiche c’è la posizione che il giocatore assume in fase di tiro, quella che chiamano “impostazione“. Tale posizione insegnano debba essere stabile e comoda; la comodità infatti ci consente di rendere il più fluido ed armonico possibile il movimento del braccio a tutto vantaggio della corretta esecuzione. Ti domanderai ora:

“cosa lega la comodità al discorso di come bilanciare una stecca da biliardo?”

Semplice: l’attrezzo non deve essere percepito come un peso, un freno, un ostacolo. Non è un caso che, anche a livello di sensazione, spesso mi è capitato che un giocatore soddisfatto dalla prova di un attrezzo mi dicesse:

“ quanto pesa questa stecca? …  non sembrava !!!!“ .

Questo in ragione del fatto che il peso viene avvertito maggiormente a seconda di come esso viene distribuito, ovvero di come la stecca è bilanciata. Banalmente, prova a vedere quanta fatica fai a tenere un peso in mano se il braccio è lungo il corpo oppure se il braccio è teso in avanti o di lato. Sicuramente nel distendere il braccio avvertirai più velocemente la fatica; eppure il peso è lo stesso, ne hai solo variato la posizione.

Equilibrare un attrezzo più avanti o più indietro influisce quindi sulla percezione che noi abbiamo del suo peso e conseguentemente può o meno risultare un limite nell’esecuzione del tiro.

In questo senso parlo di comodità come elemento da considerare quando ci si domanda come bilanciare una stecca da biliardo!

Ribadisco quindi che nel valutare come bilanciare una stecca da biliardo bisogna fare in modo che l’attrezzo non risulti un “peso” e ci consenta fluidità e scioltezza nella sbracciata.

Ti consiglio ...
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • LM-Raschietto-Sandman
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • LM-Gray
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1

Come Bilanciare una stecca da Biliardo dal punto di vista operativo.

Bilanciamento Stecca da Biliardo: l'asta porta pesiA questo paragrafo banale dedicherò poche righe solo per una questione di completezza di informazione. Come precisato anche nell’articolo relativo alla regolazione del peso, sui moderni attrezzi da gioco è possibile intervenire sulla bilanciatura aggiungendo/togliendo/spostando i pesi all’interno degli appositi meccanismi di regolazione. Questo meccanismo fu introdotto a mezzo brevetto da una storica azienda del settore. Non sai di chi parlo? Finito di leggere l’articolo puoi visitare il loro Sito Ufficiale.

 

Ad ogni modo ricorda sempre che:

  1. Una attrezzo deve già nascere bilanciato a livello strutturale.
  2. Le variazioni di bilanciatura ottenibili spostando i pesi lungo l’asta, di norma sono di “esigua entità”!
  3. Al classico “fai da te” è sempre preferibile prima contattare l’azienda madre certamente in grado di fornire indicazioni utili su come bilanciare una stecca da biliardo al meglio ( stecche di loro produzione naturalmente ).
Ti consiglio ...
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1
  • LM-Raschietto-Sandman
  • LM-Gray

Come bilanciare una stecca da biliardo: Conclusioni.

Come avrai potuto notare, ancora una volta, tutto il discorso su come bilanciare una stecca da biliardo in maniera ottimale è strettamente collegato al fattore esperienza maturata dal giocatore stesso: solo avendo avuto modo di provare varie configurazioni del tuo attrezzo da gioco, potrai certamente esprimerti su cosa risulti più congeniale alla tua sbracciata e più comodo.

Se desideri comunque un punto di partenza per stabilire la tua  bilanciatura ideale, considera che un baricentro a 41 cm può certamente essere un inizio: sento infatti giocatori amanti del 40  così come giocatori che adorano l’attrezzo che cade in avanti e lo calibrano sopra i 42 cm; questi sono valori numerici già accettabili anche per le bilie da 61,5 mm che verranno reintrodotte a partire da settembre.

La raccomandazione è comunque quella di non impazzire dietro continui svita/avvita: cerca di comprendere cosa succede alle bilie di diverso rispetto a quello che era nelle tue intenzioni; solo dopo saprai come intervenire. Se dovessi avvertire che le bilie tendono a scapparti, arretra un tantino il bilanciamento; al contrario se fatichi a condurle, avanzalo.

Spero che tra i tanti concetti espressi tu abbia trovato qualcosa di interessante che ti aiuti nel difficile dilemma su come bilanciare una stecca da biliardo. Se questo articolo è stato di tuo gradimento ti invito a condividerlo con i tuoi amici tramite i “tasti sociali” che trovi qui di seguito.

Se hai domande o commenti da fare non esitare ad utilizzare lo spazio a fondo pagina oppure iscriviti alla newsletter per essere informato quando pubblicherò un nuovo articolo.

…. ciao ed alla prossima.

Ti consiglio ...
  • Accessori per stecche da biliardo: il temperino
  • Accessori per stecche da biliardo: Porta gessi
  • Lm-Guanto_Buffalo
  • Custodia per stecca da Biliardo
  • LM-Raschietto-Sandman
  • LM-Gray
  • Accessori per stecche da biliardo: le guaine
  • Accessori per stecche da biliardo: cuoietti
  • LM-Accessori_CustodiaLapertiLux1

23 risposte

  1. Ciao complimenti per queste tue inserzioni interessanti e molto ben spiegate, nei vari forum si chiede e si parla ma nessuno sa’ dare spiegazioni degne di nota come le tue qui….
    Volevo chiederti leggendo l’articolo sul peso, baricentro e infine bilanciamento che non parli pero’ di scarti o guadagni che uno stecca puo’ dare e da cosa dipendono, se troppo peso in avanti sul puntale o troppo dietro ecc ecc….inoltre anche i vari spostamenti dei pesi mantenendo lo stesso baricentro ma spostando i pesi abbiamo diversi esiti su corse delle bilie, trasmissione di taglio all’avversa e mantenimento del taglio alla nostra, e tutto quello che ne puo’ comportare…..
    Scusami e’ da poco che pratico questo sport ma mi sta facendo venire una gran passione e anche in questo campo dei bilanciamenti vari delle stecche e pesi sono molto interessato e vorrei capirne qualcosa….da solo provo a cambiare e fare ma comunque non posso arrivare dove ci sono anni e anni di esperienza e lavoro….
    Ringrazio anticipatamente per la cortesia e gentilezza
    Un saluto cordiale

    1. Ringrazio tanto per l’apprezzamento. Cercherò di affrontare tutti gli argomenti da voi suggeriti. Spero di essevi d’aiuto. Grazie dell’intervento gradito e buon proseguimento.

  2. ti risulta che portando pesi in avanti aumenta lo scarto contro taglio e viceversa….

    ti risulta che arretrando i pesi diminuisce la spinta e aumenta il colpo

    1. Tutte queste sono cose che vanno affrontate nel giusto modo perché occorre anche comprendersi a livello di gergo e definizioni. Con un pochettino di pazienza cercherò di affrontare ogni singolo argomento ( anche quelli da voi suggeriti ). Il mio consiglio rimane quello di non perdersi troppo dietro a concetti che spesso finisco con l’allontanarci dal piacere del gioco. Grazie dell’intervento e buon proseguimento.

  3. Ciao Davide, volevo complimentarmi per l iniziativa soprattutto fatta da una persona qualificata e credo amante di questa passione diventata per molti anche uno sport. Io sono un giocatore discreto ancora in fase di crescita e vorrei farti una domanda.
    E’ normale che con le palle piccole non riesca a scendere sotto il peso dei 6.75 per avere un ottimo compromesso corsa bilie e colpo? Mi spiego meglio, se alleggerisco troppo acquisto maneggevolezza ma per esempio nei raddoppi riesco male a far correre la mia per portarla in fondo al biliardo, se invece gioco sopra i 6.90 divento un cecchino di prima con quadratura perfetta delle billie ma mi trovo in difficolta nei giri smorzati di tutto biliardo (la mia corre troppo dopo l impatto con l avversria). Tutto questo credo sia dovuto al tipo della mia sbracciata molto ampia ma allo stsso tempo veloce di polso….. sbaglio? comunque 6.75 per me èideale ma non ti risulta troppo elevata? grazie

    1. Come espressamente indicato in alcuni articoli, determinati fattori dipendono dal tipo di giocatore; non esistono ovvero regole/formule precise alle quali attaccarsi per risolvere i propri problemi. Se dunque la tua esperienza ed il tuo tipo di gioco ti hanno portato a scegliere quella tipologia di peso, beh, quello è il peso giusto per te.
      Conosco giocatori di un certo calibro che utilizzano attrezzi il cui peso è sopra i 700 grammi ( anche adiscono le bilie da 61,5 mm ), così come giocatori che hanno calibrato il proprio attrezzo intorno ai 635 grammi. Comprendi quindi come la forbice sia veramente ampia. L’importante è comprendere come i vari fattori ( ad esempio il peso ) influenzino il gioco ed essere in grado di intervenire con le modifiche non in maniera casuale. Questo voleva essere lo scopo degli articoli di cui sopra.
      Ti ringrazio dei graditi complimenti. Ti domando scusa per il ritardo nella risposta ( causa lavoro ).Buon proseguimento.

  4. per misurare il preciso punto di bilanciamento della stecca, bisogna misurare anche il gommino o partire dal lego. Grazie

    1. Buongiorno, sullo sbandamento ho ricevuto diverse domande da parte di voi lettori. Mi sono ripromesso di scrivere un articolo appositamente dedicato a questo capitolo. L’invito è quindi quello di seguire il blog.
      Per cominciare a darle una risposta, occorre comprendere se la sbandata che lei avverte è causata dalla sbracciata: il dubbio mi viene in considerazione del fatto che lei faccia riferimento a colpi a tutto biliardo ( da lontano ). A primo acchito potrei consigliarle di posizionare i pesi nella parte posteriore del suo attrezzo. In questo modo dovrebbe “vincolare” maggiormente braccio e spalla evitando “sbandamenti” del movimento.
      Grazie per l’intervento e … buon proseguimento.

  5. salve DAVIDE ti volevo domandare una cosa riguardo al bilanciamento a tuo parere dato che sei nel settore quale il migliore assetto per una stecca dove posizionare i pesi tutti in cima, a meta o tutti in basso , solo uno in fondo e gli altri in cima tu cosa ne pensi data la tua esperienza?

    1. Buona sera.
      Chiedo scusa per il ritardo nella risposta ma questo periodo è assai pregno di impegni di carattere lavorativo.

      Come ho scritto in diversi articoli disseminati nel Blog, non esiste un bilanciamento ottimale che valga per chiunque. Ogni giocatore con la sua esperienza di gioco deve comprendere cosa ricerca in un attrezzo ed andare a ricercare quello che di addica alle proprie esigenze. L’attrezzo deve già nascere con un peso strutturale ed una bilanciata strutturale adatta alle proprie caratteristiche. L’asta porta pesi deve essere utilizzata solo per le regolazioni “raffinate”.
      Esistono alcune linee guida che consentono di comprendere cosa accade mano a mano che si aumenta il peso e/o si sposta la bilanciatura.

      Aumentare il peso consente di diminuire l’intensità del colpo per ottenere determinate corse ( riducendo anche la possibilità di sbandate del braccio ).

      Spostare avanti la bilanciata aumenta il “senso di spinta”; occhio però alla possibilità di scarso controllo della battente.
      Spostarlo indietro riduce gli effetti sopra citati e contribuisce a diminuire le possibilità di sbandare ( con il braccio ) nel caso di colpi ad elevata intensità.

      A tutto però c’è sempre un limite. Occorre trovare il giusto connubio tra i due aspetti. Non per nulla queste operazioni sono assai complicate.
      Se non si sa da dove partire, attualmente si potrebbe oscillare come peso tra i 640 e 660 grammi ed una bilanciatura di 40-41 cm. Questi sono solo parametri di partenza per coloro che non sanno da che parte cominciare. Rimane il fatto che l’attrezzo deve essere già concepito strutturalmente in maniera adeguata.
      Spero di esserle stato d’aiuto.
      Grazie del suo intervento e buon proseguimento.

  6. Salve Davide, sono Antonio, pratico il gioco dei 5 birilli, da molti anni, ma ancora non ho trovato un giusto peso e bilancianto per la mia stecca, una LM Tribal ( vecchio modello, ma Ok ) .
    Personalmete ho un problema di postura sul tiro, lo compenso cercando di ottenere una posizione più comoda per me, sono alto mt. 1,75 per un peso di 75 Kg. corporatura media ed ho una sbracciata aggressiva, con le bilie da 61,5 per quanto sopra, con quanto peso dovrei giocare e quale bilanciamento ? Usare un puntale in KW o CL, cuoietto duro, medio o soft, grazie di tutto.
    Saluti, Antonio

    1. Buongiorno.
      E’ stato molto preciso nella descrizione delle sue caratteristiche fisiche e delle sue peculiarità di gioco.
      Il grosso problema che ho nel rispondere riguarda però svariati aspetti; anzitutto occorrerebbe comprendere quali sono le problematiche che riscontra a livello di gioco e quali sono i parametri dai quali lei stia partendo. Occorrerebbe anche capire quali sono le caratteristiche che ricercherebbe nell’attrezzo ( in termini di aiuto nel gioco ).
      A primo acchito, sarei portato di consigliarle una calibrazione che vada verso un aumento del peso ed un arretramento del bilanciamento.
      Con il primo intervento dovrebbe ridurre l’intensità dei colpi che se effettuati secondo meccaniche non precise potrebbero portare risultati no graditi ( in termini di corse e sbadate di braccio ).
      Il secondo intervento, le consente invece di porre un maggiore vincolo a Braccio e Spalla, sempre mirato ad una stabilità di sbracciata. In aggiunta la battete dovrebbe scapparle meno.
      Per la scelta del puntale, il Kevlar solitamente perdona un tantino di più gli errori a discapito di una minore fedeltà nella trasmissioni di colpi ed effetti. Potrebbe quindi aiutarla a mascherare, almeno inizialmente, alcune sue problematiche.
      Naturalmente, queste soluzioni sono basate su concetti di carattere teorico che si basano su alcune riflessioni mi vengono fuori da quanto lei mi ha detto circa i problemi di postura sul tiro.
      Spero di averle dato suggerimenti che possano in qualche misura aiutarla.
      Le auguro un buon proseguimento delle festività natalizie.
      Alla prossima.

  7. Salve Davide, sono Antonino M. ho seguito i suoi consigli, ho leggermente appesantito la stecca ( da 640 a 656 ), arretrato i pesi in modo tale che il bilanciamento è risultato = 41 cm. ( era 43 ), escluso la gomma paracolpi, ed ho notato che le sbracciate sono meno aggressive e più precise, devo solo far mente locale quando mi sistemo prima del tiro, cercando di essere il più equilibrato possibile, grazie di tutto alla prossima.

    1. Buona sera.
      Sono contento che i suggerimenti che le ho fornito le siano stati d’aiuto.
      la saluto cordialmente e le auguro un sereno anno nuovo.

  8. buona sera ti volevo chiedere una cosa tu come ti regoli con il bilanciamento come ti regoli e con il peso?

    1. Buongiorno.
      Come detto più volte questo tipo di regolazioni sono alquanto soggettive.
      Dipendono da tanti fattori.
      Se non si sa che pesci pigliare, consiglio di partire da un 650 di peso ed una bilanciatura intorno ai 41 cm scarsi.

      Oppure, alternativa migliore, configurare il proprio attrezzo in maniera standard ( un solo blocco di pesi posizionato a metà asta ); a partire da questa configurazione si interviene modificando i parametri al fine di ottenere ciò che si desidera.
      Mi rendo conto sia complicato.
      Un saluto e … alla prossima.

  9. ciao davide ti volevo chiedere fino a quanti si posso mettere nella asta io ne ho tre secondo te 2 in più ha poi volevo sapere se i ferma pesi sono efficaci o se si muovono grazie ciao davide

    1. Buongiorno.
      Io consiglio sempre di non esagerare troppo con il numero di blocchi di pesi all’interno dell’asta. Possono interferire non poco con quella che è la bilanciatura strutturale dell’attrezzo ( spostandola troppo indietro ) e possono creare anche fastidiose vibrazioni e rumori ( soprattutto nel caso non siano elementi originali ).
      Io ragiono sempre molto sulla lunghezza totale dell’asta porta pesi; non andrei mai oltre i due blocchi ( per lunghezze tradizionali ). Poi, occorre sempre valutare caso per caso e comprendere cosa si vuole ottenere dall’intervento fatto.
      Saluti e … alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri altri articoli della stessa categoria

Classifica